Storia

Il nome Kanajt deriva dal latino CANNA, CANNETUM che significa canna pallestre. Questo dimostra che qua fu coltivata la canna a scopi diversi.
   
Questo nome fu menzionato per la prima volta nel 1419, denominando un vilaggio e la capella di San Pietro che oggi si trova nelle vicinanze dell'albergo Kanajt.
   
Nel 1528 l'edificio dell'albergo fu utilizzato come la villa dei vescovi. Il ruolo di questo territorio cambiava nel passato- il bene agrario, semenziaio di frutta e vite, la scuola delle massaie.
   
L'edificio e il territorio che lo circonda vengono nelle mani del vescovo nel 1558. L'edificio fu o atterrato o completamente riorganizzato nel 1692 da parte del vescovo B. Novosadin. Secondo le date l'edificio fu o notevolmente ingrandito oppure un nuovo edificio fu costruito nelle vicinanze della capella di San Pietro per gli eredi del vescovo.
   
La maggior parte della facciata della casa e' ben conservata anche oggi e le finestre ne sono il miglior esempio. Nel 1956 l'edificio fu usato per la casa di riposo e fu in proprieta' della camera di commercio macedone. Marina Punat compra questo territorio insieme all'edificio nel 1982. Nel 1988 il pianoterra dell'edificio fu riordinato in un ristorante e nel 1998 i piani di sopra vengono arredati e si apre l'albergo di massima qualita'.

Verzija stranice za ispis